Anello da cocktail: storia di un gioiello che fu simbolo - Meloni
Meloni

Probabilmente le cosiddette società di temperanza, fatte di gruppi religiosi e politici contraddistinti da un moralismo bigotto e severo, mai avrebbero creduto che tra i simboli iconici degli anni ‘20 ci sarebbe stato uno sfavillante anello prezioso.

Fu infatti in quel severo contesto di negazioni in cui si trovarono gli Stati Uniti D’America tra il 1919 e il 1933 che i cittadini iniziarono a manifestare, contro le nuove politiche, con più o meno evidenti forme di ribellione.

Le forme di ribellione

Gli americani non solo continuarono a bere ma iniziarono a farlo divertendosi e riunendosi in feste clandestine, all’interno di locali mascherati da shops e case private lontane dai centri. Come nel libro culto di Fitzgerald (Il grande Gatsby) l’ostentazione e lo sfarzo si insinuavano quietamente nella composta e timorata vita quotidiana.

Iniziarono così a diffondersi gli anelli da cocktail, gioielli dalle dimensioni notevoli che ornavano le mani affusolate delle signore allegre e emancipate quando, prendendo parte ai divertimenti stringevano calici di vino e bicchieri di nuovi liquori.

 L’anello da cocktail che prendeva il nome dal gesto utilizzato per ordinare da bere serviva non solo ad attirare l’attenzione di altri amanti del lusso ma sicuramente anche quella di chi avrebbe dovuto servire il loro atteso cocktail, stabilendo una sorta di pubblica gerarchia.

Tuttavia, formalmente l’anello da cocktail non esisteva. Iniziò a divenire popolare, nonché ad essere liberamente indossato, solamente in seguito, attorno agli anni Cinquanta, quando con la fine delle restrizioni, le persone vollero manifestare apertamente il proprio desiderio di svago ed eleganza e i cocktail party divennero molto comuni ed apprezzati.

Come indossare l’anello da cocktail?

Oggi l’anello da cocktail è un gioiello di grande stile apprezzato da chi ama l’eleganza e l’originalità. La regola vuole che la pietra centrale sia di grossa caratura, così da abbagliare e trasmettere opulenza. Le regole del bon ton raccomandano di evitare gioielli molto evidenti prima delle cinque di sera, e di riservare alle occasioni speciali i monili con pietre autentiche e di grande valore, ma perché limitare il nostro estro? Oggi è tutto concesso in fatto di stile!

Dove acquistarlo? Sul nostro shop online o in negozio!